SIMONA E VALENTINA - Una storia d'Amore e Diritti
di Nimei e Odamei

 

Il 17 Settembre 2016, anche Torre Pellice (To) esce dal Medioevo con il Wedding Day di Simona e Valentina.
Una nota testata giornalistica il 26/08/16 ha sentenziato il 'flop' della legge Cirinnà, con sole 12 Unioni Civili celebrate in due mesi. Ma Simona e Valentina, nonostante si siano attivate a pochi giorni dall'entrata in vigore della legge che consente a due persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio, hanno incontrato non pochi ostacoli burocratici sul loro percorso.
Volete raccontarci cosa è successo? 'Mentre il Sindaco si è detto subito disponibile a sposarci,' dice Simona, in uno splendido abito bianco, i boccoli biondi raccolti e un radioso sorriso, 'lo stesso non è accaduto con gli impiegati comunali che hanno rimandato più volte la ns. richiesta dicendo che non avevano programmi e conoscenze procedurali per poterlo fare. A un certo punto sembrava che dovessimo arrabbiarci per ottenere qualcosa che, non era una pretesa, ma un diritto. Abbiamo avuto l'impressione che qualcuno fosse restìo ad accontentarci, trasformando un problema risolvibile in un ostacolo insormontabile.'
'Le cose sono cambiate' continua Valentina, una sposa in stile 'scugnizza siciliana' d'altri tempi 'quando ci siamo lamentate con il sindaco, facendo notare che un'altra amministrazione comunale si era detta disponibile e pronta a sposarci persino in spiaggia! A quel punto il nostro matrimonio è diventato 'l'evento' per l'amministrazione comunale perfetta. Sicuramente una coppia eterosessuale non avrebbe avuto tutti i nostri problemi con le pubblicazioni.'
Una grande festa quella di oggi, circondate da parenti e amici arrivati un po' da ogni angolo d'Italia e del Mondo. Cosa cambia nella Vostra vita da oggi?
Simona 'In pratica nella vita quotidiana, nulla. Conviviamo da sei anni'
Valentina 'Ci dà però delle possibilità mai avute in passato, ad esempio se vado in ospedale,  Simona può parlare con i medici. Il nostro futuro ora ha delle garanzie e delle tutele.'

 

La legge Cirinnà non contiene più nessun riferimento alla 'Stepchild Adoption' dopo un lungo dibattito politico. Cosa ne pensate?
Simona 'E' una grave mancanza. Noi abbiamo cresciuto due figli che ho avuto da un precedente matrimonio. Una grande fortuna che ci ha evitato l'inseminazione artificiale all'estero. I ragazzi vivono con noi, hanno due madri e sono due ragazzi felici e con sani valori. E' bello sentire dalla bocca di mio figlio che siamo meglio di altre coppie dove i figli magari subiscono maltrattamenti, il marito tradisce la moglie o viceversa. Siamo molto orgogliose della nostra famiglia. Per i figli delle coppie gay, avere due papà o due mamme è la normalità. E di questo tanta gente ha ancora paura solo perché non riesce a capirlo.'

Una storia di amore e diritti. Chi ha chiesto la mano a chi? E come?
Valentina: ' Iooooo! Gliel'ho chiesto in tutti i modi immaginabili. Gliel'ho scritto sulla sabbia, in mille contesti diversi ma lei voleva aspettare... una sera al ristorante in riva al mare Lei mi ha chiesto di chiudere gli occhi e mi ha messo l'anello nel piatto. E' stato magnifico'.

Come vi immaginate tra trent'anni?
Valentina: 'Così, innamorate, complici, amiche. Abbracciate a ripensare alla nostra vita, magari con qualche nipotino da coccolare.' Simona  'Siamo molto diverse ma ci completiamo a vicenda.'

Alle coppie gay ancora indecise sul grande passo, avete un consiglio da dare?
Simona 'Il matrimonio è una scelta, come la convivenza. Fatelo solo se ve la sentite davvero. Ma non nascondetevi mai. Ditelo alle vostre famiglie, non presentatevi come amiche quando siete tra la gente. Non dobbiamo più avere paura di fare coming out. Noi abbiamo avuto il coraggio di farlo subito e alla fine tutti ci vogliono bene. Deve partire da noi la voglia di non nasconderci perché non facciamo male a nessuno.'

Simona ' Vorrei che i media la smettessero di vederci come dei pervertiti e di  mostrare solo i carri dei gay pride. Anche noi siamo normali famiglie che lavorano e alla sera mettono il pigiamone e guardano un film con i bambini. Forse siamo anche un po' banali. La perversione e la trasgressione ci può essere nei gay e negli etero. La smettano di considerarci delle persone poco raccomandabili.'

 

E' severamente vietato riprodurre il contenuto anche parziale di questa pagina senza il consenso dell'autore e di paginerosa.tv.

 

 

torna all'home page